SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A € 49,99
media
Le allergie primaverili, come proteggersi?
16 03 2021

I prati sono in fiore, la primavera ormai è alle porte e un allergico questo lo avverte !!!

Un individuo allergico capisce che la primavera sta arrivando perché il naso inizia a gocciolare, gli occhi si arrossano e spesso insorge anche una tosse secca e fastidiosa.

Ma vi siete mai chiesti cos’è l’allergia ?

L’allergia è una reazione del sistema immunitario verso sostanze che per la maggior parte delle persone sono innocue, come ad esempio i peli del cane, del gatto, le polveri, i pollini e tante altre. Queste sostanze prendono il nome di allergeni e nell’individuo allergico scatenano una serie di reazioni che hanno come fine il rilascio di una molecola chiamata ISTAMINA: la responsabile dei sintomi dell’allergia (tosse, occhi arrossati, naso che cola ecc). Va specificato che un soggetto allergico può essere allergico a uno o più allergeni.

Non esistono ancora delle cure per l’allergia ma sicuramente si può tenere sotto controllo mediante l’utilizzo di farmaci specifici o integratori.

APPROCCIO FARMACOLOGICO DELL’ALLERGIA:


FARMACI ANTISTAMINICI: Sono farmaci impiegati nel trattamento dei sintomi delle allergie in grado di antagonizzare gli effetti dei recettori dell’istamina la sostanza rilasciata dalle cellule del sistema immunitario quando l’organismo entra in contatto con l’allergene nei confronti del quale è sensibile, responsabile di prurito, congestione, ipersecrezione delle mucose (lacrimazione degli occhi e rinorrea) e talvolta reazioni cutanee.

In genere cominciano a fare effetto circa 15-30 minuti dopo l’assunzione.

Gli antistaminici cosiddetti “di prima generazione”, provocano leggera sonnolenza.

Quelli definiti volgarmente di nuova generazione o seconda generazione sono meno attivi sul sistema nervoso centrale e danno meno sonnolenza.

In ogni caso questo è un effetto assolutamente soggettivo, non a tutti gli antistaminici di prima generazione provocano sonnolenza, dipende dal singolo individuo.


FARMACI CORTISONICI:

I Corticosteroidi sono farmaci largamente utilizzati e rappresentano un trattamento ad azione antinfiammatoria simile ai cortisonici efficace per il controllo dell’asma persistente e nella maggior parte dei casi di rinite allergica.

Il trattamento avviene generalmente per via sistemica (solitamente per via orale) e richiede una attenta valutazione del rapporto beneficio/rischio in relazione agli effetti indesiderati.

Gli effetti indesiderati più frequenti legati all'impiego cronico sistemico dei corticosteroidi (per esempio in patologie quali l’artrite reumatoide) sono: Osteoporosi, aumentata suscettibilità alle infezioni, ritenzione idrosalina, cataratta, glaucoma , atrofia della cute, iperglicemia.


Entrambe le classi di farmaci non curano l’allergia ma ne controllano i sintomi.

Li troviamo in commercio in diverse formulazioni locali o sistemiche.

Antistaminici e cortisonici ad uso locale sono chiaramente quelli che vengono utilizzati in loco ( spray, colliri, pomate), quelli ad uso sistemico vanno in circolo ( compresse, gocce, sciroppi) vanno in circolo ed hanno un’azione su tutto l’organismo.

Sono stati condotti diversi studi per trovare una cura all’allergia e diversi anni fa si pensava di essere finalmente giunti ad una soluzione mediante l’utilizzo di un’immunoterapia, una terapia desensibilizzante che consisteva nell’esporre l’individuo a piccole dosi controllate di allergene in modo tale che il suo organismo si abituasse a riceverlo.

Effettivamente funziona, negli anni i sintomi per l’allergene si riducono sensibilmente i sintomi dell’allergia però è stato visto che questi stessi soggetti sviluppano poi allergia verso un allergene che non gli aveva mai dato fastidio. Quindi devono essere condotti ancora degli studi più approfonditi ma siamo sulla buona strada.



Prodotti Consigliati
Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento
Pensati per te