SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A € 49,99
media
Covid-19. Conosci il virus del secolo?
04 02 2021

Di notizie sul Covid-19 riceviamo quotidianamente una mole enorme di informazioni: conoscere cosa sta succedendo nel mondo è importante, ma in alcuni casi è bene fermarsi e fare il punto della situazione, per capire cosa si sa realmente di questo Sars-Cov-2 (nome del virus, con Covid-19 si indica la malattia).

Di base si sa che è un coronavirus, appartenente quindi a quella famiglia di virus che causano disturbi come il comune raffreddore e che si ripresentano ogni autunno. I coronavirus sono virus che circolano solitamente tra gli animali e alcuni di essi arrivano a infettare anche l’uomo.

I pipistrelli sono considerati ospiti naturali di questi virus, ma esistono molte altre specie di animali che possono trasportarlo.

I sintomi

Anche dei sintomi se ne parla molto: vediamo, ad oggi, quali sono quelli confermati e riconosciuti come tipici di chi contrae il virus.

  • perdita improvvisa o diminuzione dell'olfatto e/o del gusto;

  • febbre superiore a 37,5°C e brividi;

  • tosse e difficoltà respiratorie;

  • naso che cola;

  • mal di gola;

  • diarrea (specialmente nei bambini).

Il periodo di incubazione, ossia il periodo di tempo che va dal contagio allo sviluppo dei sintomi, può andare dai 2 agli 11 giorni, fino ad un massimo di 14 giorni.

Le differenze con le influenze stagionali

I virus del Covid-19 e dell'influenza stagionale hanno modalità di trasmissione abbastanza simili e possono anche portare a sintomi simili, ma sono per il resto molto diversi e non si comportano nella stessa maniera.

Il tasso di mortalità causato dall’influenza stagionale è relativamente basso, anche se le persone che muoiono per influenza sono molte, perché ogni anno c’è un alto numero di persone che contrae la malattia.

Le differenze principali e che hanno preoccupato la comunità scientifica, soprattutto nelle prime fasi, consistevano nel fatto che:

  • per il Covid-19 il vaccino è arrivato da poco e non sappiamo per quanto durerà la copertura vaccinale, senza tener conto del fatto che non vi è ancora un trattamento specifico capace di curare un paziente in tutta sicurezza;

  • sembra essere più trasmissibile dell'influenza stagionale;

  • ogni essere umano, quindi, è potenzialmente suscettibile all'infezione da SARS-CoV-2, in quanto non vi è alcuna immunità pregressa

Proseguendo, l’influenza presenta spesso meno giorni di incubazione e i bambini, ne sono un importante veicolo di contagio: da ciò che si è appreso fino a oggi, questo non succede per il Covid-19, dato che il suo impatto nella fascia d’età più giovane è molto più basso rispetto alle altre fasce.

Un’altra differenza tra questi virus è nelle percentuali di forme severe. Per quel che riguarda il Covid-19, i casi sono per l’80% di bassa gravità o sono asintomatici, per il 15% riguardano infezioni gravi, per il 5% da casi critici; a confronto, l’influenza stagionale ha una percentuale di casi critici inferiore.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Visit TextFancy.com to make your strings more stylish. Pick emojis and other characters, generate ascii art and more.

Pensati per te